Società Italiana Boomerang Sportivo

Per registrarsi inviare una e-mail all'indirizzo cerchinelverde<chiocciola>gmail<punto>com specificando lo username scelto.
Oggi è 23 ott 2018, 04:01

Tutti gli orari sono UTC +1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 20 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: DeVe di Ola Wahlberg
MessaggioInviato: 03 nov 2014, 14:54 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 01 lug 2014, 08:10
Messaggi: 74
Località: Regno Unito
Ciao a tutti. Ho bisogno di un consiglio sul il DeVe di Ola Wahlberg, piano di Andrea Sgattoni chiamato speciale aussie su kutek. Il piano da i profili delle pale ma non del gomito. Qualcuno ce l'ha? Il progetto e' fatto in modo da rggiungere i 50 metri senza pesi, in teoria. Quindi vorrei profilare il gomito in modo da rispettare questa filosofia.

All'esterno del gomito dovrei asportare 3 mm di materiale perche' lo stesso succede al bordo di attacco del braccio 1 e uscita del braccio 2.

All'interno del gomito non saprei perche all'attacco del braccio 2 viene asportato 1 mm e all'ucita del braccio 1 asporta circa 2 mm.

Ho l'impressione che l'interno del gomito sia profilato come un bordo d'attacco per mantanere il boom piu' verticale. C'entra niente con la distanza? Che suggerite?

Grazie
f


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: DeVe di Ola Wahlberg
MessaggioInviato: 03 nov 2014, 16:57 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 11 set 2014, 09:12
Messaggi: 86
Località: Genova
Quel boomerang li mi ha fatto ( e mi fa ancora ) impazzire !
Non ti sto a spiegare tutto perchè sarebbe troppo lungo.
Io in zona gomito nell'intradosso l'ho lasciato perfettamente in piano tranne che nella zona interna ( quella tratteggiata )che va lavorata quel pochino che si vede.
Sull'estradosso l'ho lavorato come D più o meno...forse un po più arrotondato e meno brusco.
L'unica cosa che ti posso dire è che è un boomerang che vola molto basso. Non provare a farlo volare più in alto perchè è fatica sprecata !
Non ero contento di quel boomerang così' ne ho ritagliato un altro e ho lavorato tutte e 2 le pale come A-B. Ovviamente vola più alto ma era quello che volevo.
Ogni tanto sul primo ci ritorno però ma non funziona sempre( o meglio ...non funziono io sempre ) :mrgreen:


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: DeVe di Ola Wahlberg
MessaggioInviato: 04 nov 2014, 15:12 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 01 lug 2014, 08:10
Messaggi: 74
Località: Regno Unito
L'ho finito ieri sera e l'ho lanciato in pausa pranzo.

Ha bisogno di molto vento? Oppure ha bisogno di un tiro estremamente potente?
Il vento oggi era quasi nullo e non tornava. Non completava il giro.

La prima pala ha un profilo poco portante per una maggiore distanza che non rende facile il rientro.
Ho provato a lanciarlo con angolo di polso nullo ma andava quasi dritto, dovuto, immagino, alla mancanza di vento. Con un angolo di polso maggiore descriveva una U e atterrava alla mia sinistra...
Cmq sono le prime impressioni. lo provero' con altre condizioni di vento.


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: DeVe di Ola Wahlberg
MessaggioInviato: 04 nov 2014, 15:32 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 11 set 2014, 09:12
Messaggi: 86
Località: Genova
Sicuramente l'intensità del vento influisce molto. A me è tornato in diverse situazioni di lanci e di vento .. per quello ti dico che lo devo ancora capire. Il mio è diciamo abbastanza affilato negli ultimi 6 cm di entrambe le pale.per il resto ( zona baricentro,gomito, profilo di entrata) ha 2 mm di muro. Il mio vola basso e quando rientra (se ) è tosto arriva forte.
Il difetto iniziale è che toccava per terra sul punto più distante oppure si abbassava per poi rialzarsi.
L' ho modificato come ti ho detto comunque richiede un forte spin.
provalo altre volte , prova anche a non lanciarlo alto


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: DeVe di Ola Wahlberg
MessaggioInviato: 04 nov 2014, 15:32 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 11 set 2014, 09:12
Messaggi: 86
Località: Genova
Sicuramente l'intensità del vento influisce molto. A me è tornato in diverse situazioni di lanci e di vento .. per quello ti dico che lo devo ancora capire. Il mio è diciamo abbastanza affilato negli ultimi 6 cm di entrambe le pale.per il resto ( zona baricentro,gomito, profilo di entrata) ha 2 mm di muro. Il mio vola basso e quando rientra (se ) è tosto arriva forte.
Il difetto iniziale è che toccava per terra sul punto più distante oppure si abbassava per poi rialzarsi.
L' ho modificato come ti ho detto comunque richiede un forte spin.
provalo altre volte , prova anche a non lanciarlo alto


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: DeVe di Ola Wahlberg
MessaggioInviato: 17 nov 2014, 16:39 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 01 lug 2014, 08:10
Messaggi: 74
Località: Regno Unito
Ho visto che con diedro positivo le cose migliorano. E un po di angolo di polso aiuta.
Ho usato PMMA per questo progetto. Come consigliate di rendere permanenete il diedro? Lo scaldo?


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: DeVe di Ola Wahlberg
MessaggioInviato: 17 nov 2014, 17:29 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 11 set 2014, 09:12
Messaggi: 86
Località: Genova
Ciao, scaldare la pala sicuramente aiuta a piegare ma secondo me devi tenerlo piegato un po di tempo
Quel materiale è rognoso per quei tipi di lavori..ci vuole pazienza.

-Io volevo sapere le varianti meteo/lanci che hai provato nel frattempo.
-L'hai lavorato identico al progetto ?

Quello che non riesco a capire di quel boomerang è il "criterio" dei profili !
Il mio è in bakelite da 4mm ( come da progetto )quindi nè diedri nè incidenze sono possibili..Forse tu con il plexiglass in questo caso sei più avvantaggiato comuque per quanto mi riguarda rimane un boomerang complicato e misterioso.


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: DeVe di Ola Wahlberg
MessaggioInviato: 18 nov 2014, 16:13 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 01 lug 2014, 08:10
Messaggi: 74
Località: Regno Unito
E' ufficiale. Torna!
Ho dato del diedro positivo ad entrambe le ali ma principalmente gli angoli devono essere quelli giusti prche' non perdona la minima sbavatura.

Ecco i parametri di lancio: angolo al vento ampio, 70-80 non posso essere piu' preciso perche' il vento cambiava continuamente direzione; angolo di polso almenno 30 gradi; non troppo alto, piu' o meno parallelo al terreno; vento circa 10m/s.

Non necessita molta forza, se gli angoli sono giusti non perde quota. Anzi il ritorno e' interessante perche' sembra stia per cadere invece continua fino a casa. Mi ha ingannato un paio di volte dove sono corso in avanti invece poi mi e' atterrato dietro, li da dove avevo lanciato.

L'ho lavorato come da progetto (4mm), a parte il gomito che non e' indicato quindi ho fatto di testa mia. Ho semplicemente prolungato la lavorazione delle ali: ho asprortato 3 mm sull'estradosso esterno e 2 mm dall'interno. l'intradosso ha la lavorazione sotto, credo 1 mm.

Che intendi per criterio dei profili?

Comunque e' uno di quelli difficili, almeno per adesso. Avevo imbroccato (termine tecnico) la direzione ed angolo di polso giusti e ho fatto 3 o 4 recuperi consecutivi, poi basta. Ho trottato per tutto il campo per recuperarlo, va lontano, immagino il tuo in bakelite ancora di piu'.

Penso che non pieghero' le pale per adesso, lo lascio piatto. Ho la sensazione che un buon lancio sia quello che ci vuole.

Adesso si merita di essere decorato. Accetto proposte. Sono a corto di idee.


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: DeVe di Ola Wahlberg
MessaggioInviato: 18 nov 2014, 17:03 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 11 set 2014, 09:12
Messaggi: 86
Località: Genova
Non sai come ti capisco quando dici che il vento cambia continuamente ! Non aggiungo altro !
Avevo già capito che non perdona errori di lancio.
Forse sono troppo principiante per apprezzare quel boomerang che mi piaceva tanto esteticamente. Non mi piacciono i boomerang che necessitano di un angolo di polso aperto ( vedi baron rouge ) , mi sembra quasi di non lanciare un boomerang ! Però finchè non si provano non lo si può sapere.

Per criterio dei profili intendo che le pale sono totalmente diverse. Una è fatta per volare bassa e distante l'altra alta e meno distante . Cioè mi sembra che vadano in conflitto.

Avrei trovato più logico lavorarle in maniera più similare tra loro. Non ad esempio solo l'intradosso d'entrata o solo l'intradosso d'uscita.

Se comunque è stato progettato così ci sarà un motivo e mi piacerebbe capirlo


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: DeVe di Ola Wahlberg
MessaggioInviato: 18 nov 2014, 17:32 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 01 lug 2014, 08:10
Messaggi: 74
Località: Regno Unito
Se non lo hai ancora letto ti consiglio di leggere 'Performance boomerang'. Se ti serve il link fammi sapere.
Se leggi il modello di tuning a pagina 15 e il tuning dei profili a pag 28 la filosofia del progetto dovrebbe risultarti chiara. Poi se hai dubbi puoi sempre chiedere.

Di questo boomerang mi ha intrigato il fatto che vada lontano senza l'utilizzo di pesi. Mi sembra molto interessante e diverso dagli altri modelli che ho costruito finora.


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: DeVe di Ola Wahlberg
MessaggioInviato: 20 nov 2014, 11:39 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 01 lug 2014, 08:10
Messaggi: 74
Località: Regno Unito
Ecco la mia spiegazione dei profili, correggetemi se sbaglio.

Considerando gli effetti che le lavorazioni sul profilo hanno sulla portanza preso da questa pagina:

Braccio 1
- lavorazione notevole all' intradosso del bordo di fuga toglie portanza
- Estradosso: tanto materiale rimosso al bordo d'entrata, toglie portanza; relativmente poco materiale rimosso al bordo d'uscita, portanza ridotta

Braccio 2
- Intradosso: bordo d'attacco lavorato, da portanza
- Estradosso: poco materiale rimosso al bordo d'attacco (confrontalo con la stessa parte del braccio 1), da portanza; bordo di fuga, lavorazione meno profonda del braccio 1.

Conclusione: braccio 1 poco portante e viceversa per il braccio 2.

Utilizzando il modello di tuning del Dr. Fred Malmberg, le caratteristiche del braccio 1 rappresentano il tratto di uscita della traiettoria e l'altro braccio influenza il tratto di ritorno della traiettoria.
Maggiore portanza curva la traiettoria e accorcia la portata, viceversa poca portanza sul braccio 1 permette al boomerang di andare lontano in uscita.

Il braccio 2 e' bello portante in modo da riportarlo a casa.

Ulteriore considerazione: il boomerang sembra essere capace di planare parecchio specialmente sul ritorno. Mi sfugge a quale caratteristica dei profili si puo', se possibile, attribuire questo comportamento. Qualcuno ha una spiegazione?


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: DeVe di Ola Wahlberg
MessaggioInviato: 20 nov 2014, 12:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 11 set 2014, 09:12
Messaggi: 86
Località: Genova
Mi sfugge qualcosa.
Non credo sia giusto fare un discorso del tipo : braccio 1 poco portante serve l'andata ; braccio 2 più portante serve per il ritorno.
Le pale sono 2 sia all'andata che al ritorno.

Per quello dico che avrei trovato più logico ( da neofita ) lavorare entrambe le pale sia sulle entrate dell'intradosso sia sulle uscite dell'estradosso ( ovviamente meno lavorazione e in maniera equilibrata ).

Quello che dici è : il braccio 1 serve per far raggiungere una distanza considerevole. Ma come agisce la 2a pala sulla 1a ?


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: DeVe di Ola Wahlberg
MessaggioInviato: 20 nov 2014, 12:42 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 01 lug 2014, 08:10
Messaggi: 74
Località: Regno Unito
Braccio-1-andata-braccio-2-ritorno e' un modello ampiamente usato, non me lo sono inventato io. e' contro intuitivo e non me lo spiego. Pero' sembra funzionare. Qualcuno sa spiegare il perche'?

Quello che proponi tu e' un diverso approccio per lo stesso problema. Il libro che ti indicavo spiega proprio questo. Ti consiglio di leggerlo, potresti provare con google translator se non ti trovi a tuo agio con l'inglese. sono poche pagine ma piene di metodi pratici. Se qualche punto e' proprio ostico posso darti una mano.


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: DeVe di Ola Wahlberg
MessaggioInviato: 20 nov 2014, 15:24 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 11 set 2014, 09:12
Messaggi: 86
Località: Genova
Ce l'ho , l'ho letto e tradotto per quanto possibile. Parla di profili , di tutti i profili MA SINGOLARMENTE se non erro.

Ad esempio non parla di come si comporta un boomerang con 2 pale con profili totalmente diversi ( diversi parecchio ) uno dall'altro. Che relazione hanno tra di loro.

Posso sbagliarmi comunque...


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: Re: DeVe di Ola Wahlberg
MessaggioInviato: 21 nov 2014, 20:56 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: 15 giu 2005, 14:20
Messaggi: 447
Località: roma.it
i boomerang a due pale sono misteriosi ..... ma quello che avete detto e letto ha le sue spiegazioni, bisogna solo trovare chi le mette in chiaro.
in effetti le due pale "possono" a seconda della forma comportarsi in maniera diversa favorendo una la verticalità del boomerang e l'altra lo sdraiamento, caratteristiche che favoriscono la distanza (in andata) o la planata (in ritorno) del boomerang ....

parliamone ancora ....


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 20 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC +1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it